Spritzy Logo Color - Spritzy The Sparkling Agency

SEO Test: 3 tool per analizzare il posizionamento di un sito web

SEO Test 3 tool per analizzare il posizionamento di un sito web
Indice dei contenuti

Sei alla ricerca di una guida per fare dei test alla SEO del tuo sito web?

In questo articolo ti diamo una guida passo passo per analizzare diversi fattori che influenzano il posizionamento del tuo sito web.

I parametri utilizzati da Google e gli altri motori di ricerca per definire il posizionamento nella SERP (se non sai cos’è, ne abbiamo parlato in questo articolo) sono centinaia.

Con gli strumenti che abbiamo raccolto in questa guida sarai in grado di:

  • Comprendere il traffico organico del tuo sito web, le pagine che lo stanno generando e le query su cui il tuo sito web si posiziona;
  • Testare eventuali problemi relativi alla velocità di caricamento del sito web;
  • Controllare l’autorevolezza del tuo sito web;
  • Rilevare i principali errori SEO all’interno del tuo sito web.

Iniziamo da comprendere quali sono però gli errori più comuni nella SEO:

Problemi più comuni nella SEO da testare

Come mai non vedo il mio sito web quando scrivo su google “dentista Firenze”?

Ti sarà sicuramente capitato di farti questa domanda o di farla al webmaster / agenzia che ha realizzato il tuo sito.

Come abbiamo detto i fattori che influenzano il posizionamento sono svariati, però possiamo identificare alcuni errore base su cui puoi lavorare da subito:

  1. Il tuo sito web è lento, abbassando di molto il ranking all’interno della SERP;
  2. La sitemap del tuo sito web non è stata inviata a google tramite la search console, e di conseguenza le pagine non sono ancora indicizzate;
  3. Il file robots.txt non è ben configurato ed esclude l’indicizzazione di alcune pagine.

Nel primo caso dovrai analizzare la velocità dele pagine, come vedremo tra poco, intervenendo per migliorarla.

Nel secondo caso dovrai chiedere al tecnico che ha realizzato il sito di generare e inviare la sitemap a Google Search Console. Se gestisci il sito in autonomia, puoi utilizzare questa guida.

Per ultimo, puoi controllare il file robots.txt digitando https://www.tuositoweb.com/robots.txt

Se il file è presente vedrai una schermata come quella che segue, e potrai capire se ci sono delle pagine che non vengono indicizzate (quelle che si trovano accanto alla scritta “disallow”).

Se noti qualcosa che non torna ti conviene confrontarti con un tecnico per approfondire la questione oppure, nel caso abbia creato il robots.txt in autonomia, modificalo per permettere l’indicizzazione delle pagine “bloccate”.

Vediamo ora alcuni strumenti che puoi utilizzare per fare dei test alla SEO del tuo sito web.

Google Search Console

Google Search Console è uno strumento che ti permette di analizzare il traffico che arriva sul tuo sito web dalle ricerche di Google. 

Google search console

Questo strumento ti permette inoltre di avere a disposizione delle informazioni fondamentali sull’indicizzazione delle pagine che compongono il tuo sito web.

Come detto sempre all’interno di questo strumento è possibile inviare a Google la sitemap, in modo che il motore di ricerca possa indicizzare e posizionare più velocemente le pagine.

Infine search console permette di visualizzare dei segnali base sull’esperienza nelle pagine e sull’usabilità del sito web da mobile. Fattori ormai fondamentali per migliorare il posizionamento nella SERP.

Ovviamente per avere tutti questi dati è necessario collegare il proprio sito alla piattaforma, per esempio utilizzando questa guida.

Andiamo a vedere alcuni esempi di test che possono essere fatti utilizzando Google Search Console per migliorare la SEO.

Analizzare il posizionamento delle pagine 

Accedendo a Search Console e cliccando in alto a sinistra sul pulsante “Rendimento” viene mostrato un rendimento generico del sito web, indicando i clic totali ricevuti dai motori di ricerca, le impression totali, la CTR media e la posizione media.

Nella sezione in basso è presente una tabella che mostra 2 dati fondamentali:

  • Quali query hanno generato traffico al sito web;
  • Quali pagine stanno portando più utenti dai motori di ricerca.

Cliccando su una pagina specifica è possibile vedere per quali query è indicizzata e in che posizione si trova.

Raccogliendo questi dati è possibile:

  • Modificare i contenuti delle pagine per renderli più inerenti alle query, in modo da rispondere in modo più specifico alle domande degli utenti;
  • Scegliere quali articoli o pagine che portano molto traffico al sito aggiornare, così da far comprendere a Google che i contenuti sono ancora attuali.

Analizzare eventuali problemi di indicizzazione del sito web

Cliccando nel menù a sinistra nella voce “Pagine”, del sottomenù “Indicizzazione”, viene mostrato lo stato di indicizzazione delle pagine che sono state rilevate all’interno della sitemap.

Test SEO google search console

In questa schermata è possibile comprendere:

  • quali pagine sono attualmente indicizzate
  • quali pagine non sono indicizzate e per quale motivo.

Raccogliendo i motivi per cui google non ha indicizzato le pagine è possibile intervenire sulla struttura del sito, o delle pagine stesse, per velocizzare una nuova scansione con conseguente indicizzazione delle pagine.

Page Speed Insight

Come abbiamo detto uno dei più importanti fattori di ranking per Google è la velocità di caricamento delle pagine.

Questo perché un sito che si carica più velocemente è in grado di offrire un’esperienza utente migliore.

Per testare la velocità di un sito web e migliorare quindi il ranking SEO PageSpeed Insights è sicuramente uno strumento utile.

Test SEO Page speed insight

Inserendo l’URL della pagina che vogliamo scansionare, questo strumento mostra, sia per la versione mobile che per la versione desktop, 4 punteggi in una scala da 1 a 100:

  • Prestazioni, concentrandosi sulla velocità di caricamento della pagina;
  • Accessibilità (ne abbiamo parlato anche in questo articolo), che definisce se il sito sia navigabile da chiunque;
  • Best practice, che valuta la sicurezza della pagina web;
  • SEO, che valuta il punteggio ottenuto dalla pagina web in termini SEO:

Per ognuno di questi quattro parametri Page Speed Insight fornisce una serie di indicazioni che possono essere applicate con l’obiettivo di migliorare il punteggio.

In particolare, per quanto riguarda le prestazioni della pagina, potrebbe suggerire di diminuire le dimensioni delle immagini, che puoi ottimizzare utilizzando strumenti come Squoosh, oppure di ridurre i tempi di risposta del server, magari cambiando piano o tipologia di hosting.

Insomma uno strumento veramente efficace per fare un test SEO alle pagine del tuo sito web.

Ubersuggest

Ubersuggest è uno strumento a pagamento, sviluppato da professionisti che da anni si occupano di ottimizzazione per i motori di ricerca, che permette di fare un audit sulla SEO del sito web (oltre a tantissime altre analisi).

Test SEO Ubersuggest

In questa schermata è possibile visualizzare due informazioni particolarmente utili:

  • Quali sono i principali errori SEO del sito web, in quali pagine sono presenti e come possono essere risolti;
  • Quanti e quali sono i backlink, e quindi quanti siti linkano il nostro sito web aumentandone l’autorevolezza.

Gli errori SEO possono riguardare l’assenza o la lunghezza di Tag Title, Meta Description, la presenza di URL non ottimizzati o di link rotti.

Tutti errori che spesso sono facilmente correggibili contribuendo a migliorare il posizionamento delle pagine nella SERP.

In sintesi gli strumenti per fare un test alla SEO di un sito web

Abbiamo visto 3 strumenti che permettono di fare dei test alla SEO di un sito web:

  • Google Search Console
  • PageSpeed Insight
  • Ubersuggest

Sottolineiamo I primi due sono completamente gratuiti mentre il terzo ha dei piani in abbonamento o a vita con dei costi sicuramente più accessibili rispetto ad altre piattaforma, come ad esempio SEO Zoom o SEM Rush.

Quale topic ti interessa?

Realizziamo il tuo sito web creando un'esperienza utente unica

Niente pacchetti o modelli preconfezionati. Una soluzione che rappresenta al 100% l’identità della tua azienda!

Articoli correlati
testare velocità sito web

Come testare la velocità di un sito web

Header sito web la struttura ideale e le varie soluzioni

Header sito web: la struttura ideale e le varie soluzioni

Font per sito web la guida definitiva

Font per sito web: la guida definitiva

Non perderti neanche un aggiornamento di Web Diary

Registrati ora e ricevi ogni settimana guide personalizzate, esempi a cui ispirarti e risorse utili per far crescere il sito web della tua azienda!
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.