Spritzy Logo Color - Spritzy The Sparkling Agency

Hosting sito web: 3 possibili soluzioni

sito web hosting 3 possibili soluzioni
Indice dei contenuti

Stai cercando delle possibili soluzioni per l’hosting del tuo sito web?

In questa guida analizziamo quali sono le scelte che puoi prendere, con i relativi fornitori, in base alle esigenze del tuo progetto.

Prima di tutto però cerchiamo di capire come funzionano i servizi di hosting e perché la scelta del servizio influirà sulle performance del tuo sito web.

Cosa significa hosting

Quando si parla di hosting ci si riferisce genericamente a quei provider che, nei loro server, ospitano tutti i file del sito web.

I servizi di hosting solitamente permettono, all’interno dei loro pannelli di controllo, di gestire anche il dominio dell’azienda e le caselle di posta elettronica.

Per semplificare possiamo dire che nei server dei servizi di hosting vengono archiviate le cartelle che contengono i file con il codice del sito web, i vari file media, il database del sito web.

E come fa un utente a vedere il sito web online?

Semplificando, ogni volta che all’interno di un browser viene digitato il nome di dominio del tuo sito web (ad esempio www.tuositoweb.it) il tuo host riceve una chiamata andando a mostrare il sito web.

Ovviamente in base al servizio di hosting di cui ti servi questa operazione può risultare più veloce o più lenta, andando ad incidere sulle performance del sito web e di conseguenza sui risultati del tuo business digitale.

Come saprai infatti la velocità del tuo sito web influisce su diversi fattori come:

Quali sono quindi i parametri da tenere in considerazione per la scelta di un servizio di hosting?

Spazio web

Uno dei primi parametri da prendere in considerazione è lo spazio web.

In base alla quantità di file e alla dimensioni degli stessi devi infatti scegliere un piano hosting che ti permetta di gestire tutti i contenuti del sito web.

Di solito i piani hosting partono da un minimo di 10 GB di spazio web, che sono sufficienti per un sito web vetrina (tenendo in considerazione l’ottimizzazione di tutti i materiali multimediali caricati nel sito).

Nel caso siano necessari più GB, solitamente i costi si alzano in proporzione.

CPU e Memoria

In base alla tipologia di hosting scelto, le risorse di CPU e Memoria possono essere condivise con altri siti web oppure dedicate interamente al nostro sito web.

È ovvio che scegliendo delle soluzioni nelle quali non queste risorse non sono condivise, le performance siano migliori andando però a incidere particolarmente sui costi.

Vediamo quindi quali sono le soluzione che possono essere scelte con i pro i contro.

Quali sono le soluzioni per l’hosting del tuo sito web

Ecco tre opzioni principali per l’hosting di un sito web:

  • Web Hosting Condiviso: Ideale per chi sta iniziando il proprio viaggio online. Economico e facile da gestire, offre uno spazio virtuale condiviso, ottimo per coloro che non vogliono preoccuparsi della manutenzione tecnica.
  • Cloud Hosting: Scalabile e flessibile garantisce prestazioni elevate e affidabilità.
  • Server Virtuale Privato (VPS): Per coloro che desiderano il massimo controllo, il VPS è una porzione isolata di un server più grande. Offre maggiore libertà e sicurezza, ideale per chi ha bisogno di risorse più potenti e desidera personalizzare il proprio spazio di hosting.

Andiamo a vederli nel dettaglio.

1. Web hosting 

Il web hosting, o hosting condiviso, è come il parcheggio virtuale per il tuo sito web.

Immagina di avere una macchina (il tuo sito) e di doverla parcheggiare in un luogo sicuro e accessibile per tutti. Il web hosting offre questo spazio, consentendo al tuo sito di essere online e raggiungibile in qualsiasi momento.

Le caratteristiche fondamentali del web hosting includono la condivisione dello spazio server con altri siti web, rendendolo un’opzione economica e adatta a chi è all’inizio del percorso online.

È come avere un posto in un parcheggio condiviso, dove il costo è suddiviso tra tutti gli automobilisti.

I vantaggi sono evidenti: economicità e facilità di gestione.

Paghi solo per lo spazio che utilizzi e non devi preoccuparti della manutenzione del parcheggio (il server) – è tutto gestito dal provider di hosting.

Inoltre, se hai bisogno di più spazio, è possibile effettuare un upgrade.

Tuttavia, ci sono anche degli svantaggi.

Poiché condividi lo spazio con altri, potresti notare un rallentamento del sito in caso di picchi di traffico da parte degli altri “automobilisti”. 

È come se tutti decidessero di uscire dal parcheggio allo stesso tempo, e la circolazione rallentasse un po’. Inoltre, poiché non hai il controllo diretto sulla gestione del server, potresti essere limitato nelle personalizzazioni più avanzate.

In sintesi, il web hosting condiviso è un’ottima soluzione di partenza per chi vuole parcheggiare il proprio sito online in modo conveniente e senza preoccuparsi troppo della gestione tecnica.

È come avere un parcheggio sicuro e accessibile, ma è importante essere consapevoli dei limiti e considerare soluzioni più avanzate man mano che il traffico cresce.

2. Cloud hosting 

Il cloud hosting è come il servizio di valet parking per il tuo sito web.

Immagina di non dover più preoccuparti di trovare un parcheggio, poiché qualcun altro gestisce tutto per te in un luogo virtualmente espansivo e dinamico.

Con il cloud hosting, il tuo sito non è legato a uno spazio fisico specifico, ma è piuttosto parcheggiato su una rete di server interconnessi, come se la tua auto venisse custodita da un servizio di parcheggio valet su una vasta piattaforma.

Le caratteristiche chiave del cloud hosting includono la flessibilità e la scalabilità. Puoi parcheggiare il tuo sito su un numero variabile di server in base alle tue esigenze, come se potessi decidere di espandere o ridurre il servizio di valet in base al numero di ospiti che ti aspetti.

Questa flessibilità consente una gestione più efficiente delle risorse, pagando solo per ciò che effettivamente utilizzi.

I vantaggi sono evidenti: prestazioni elevate e affidabilità. 

Con il cloud hosting, il tuo sito può gestire facilmente picchi di traffico senza rallentamenti, come se il servizio di valet si adattasse istantaneamente al numero di auto da gestire durante un evento affollato.

Inoltre, la tua auto (il tuo sito) è virtualmente immune agli inconvenienti come guasti al parcheggio, poiché la sua presenza è distribuita su più server.

Tuttavia, è importante notare che il cloud hosting potrebbe comportare costi leggermente superiori rispetto al parcheggio condiviso.

È come optare per un servizio di valet più sofisticato che offre maggiore comodità, ma a un costo leggermente superiore.

In compenso, hai accesso a un parcheggio virtuale più ampio e performante che può far fronte a qualsiasi numero di veicoli che si presentino.

3. Server virtuali privati

Un server virtuale privato (VPS) è come avere il tuo garage personalizzato per il tuo sito web.

È un po’ come se avessi la tua area riservata nel parcheggio, con spazio dedicato solo a te, ma all’interno di un grande complesso.

Con un VPS, ottieni una porzione isolata di un server più grande, simile a ottenere un garage personale in un edificio di appartamenti.

Le caratteristiche principali del VPS includono una maggiore libertà e controllo. 

Puoi personalizzare il tuo garage come preferisci, installando le tue scaffalature o aggiungendo decorazioni come meglio credi.

Similmente, con un VPS, hai maggiori libertà per installare software, configurare le impostazioni e gestire il server secondo le tue esigenze specifiche.

I vantaggi sono legati alla potenza e alla sicurezza. Con un VPS, hai più risorse a disposizione rispetto al parcheggio condiviso, consentendo al tuo sito di gestire un traffico più elevato senza compromettere le prestazioni.

Inoltre, la tua area garage è separata da quelle degli altri, aumentando la sicurezza e proteggendo il tuo sito da eventuali interferenze esterne.

Tuttavia, gestire un garage personale richiede una maggiore conoscenza tecnica e responsabilità. È come essere responsabili della manutenzione del proprio garage anziché affidarsi a un servizio di parcheggio.

Con un VPS, devi essere in grado di gestire le configurazioni e risolvere eventuali problemi tecnici che possono sorgere.

In sintesi, un server virtuale privato è come avere un garage personalizzato per il tuo sito web, offrendo maggiore controllo, potenza e sicurezza, ma richiedendo anche una maggiore competenza tecnica per la gestione e la manutenzione.

È un’opzione ideale per chi cerca un equilibrio tra prestazioni elevate e controllo diretto sul proprio ambiente di hosting.

In sintesi quale tipo di hosting è consigliato per un sito web

Per sintetizzare possiamo dire che:

  • La scelta di un web hosting è consigliata per siti web piccoli, giovani e che non necessitano di prestazioni troppo elevate;
  • Un cloud hosting è la soluzione migliore per siti più strutturati, che possono avere picchi di traffico importanti;
  • Il VPS è consigliato per tecnici che sono in grado di personalizzare le configurazioni del server in autonomia per avere le massime prestazioni.

Alcuni servizi che offrono servizi di hosting con piani personalizzati in base alle esigenze sono, ad esempio, Siteground e Aruba.

Quale topic ti interessa?

Realizziamo il tuo sito web creando un'esperienza utente unica

Niente pacchetti o modelli preconfezionati. Una soluzione che rappresenta al 100% l’identità della tua azienda!

Articoli correlati
Font per sito web la guida definitiva

Font per sito web: la guida definitiva

Sito web per architetto come realizzarlo

Sito web per architetto: come realizzarlo

Il 3D nei siti web tendenza da seguire o trend momentaneo

Il 3D nei siti web: tendenza da seguire o trend momentaneo?

Non perderti neanche un aggiornamento di Web Diary

Registrati ora e ricevi ogni settimana guide personalizzate, esempi a cui ispirarti e risorse utili per far crescere il sito web della tua azienda!
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.